6 novembre 2008

Laggiù, soffia!

Come disse Mark Twain, i classici sono quei libri che tutti vorrebbero aver letto ma che nessuno mai legge.
Da parte mia, ho sempre preferito leggere romanzi che mi "ispirassero" piuttosto che seguire i consigli di insegnanti o genitori: come mio padre, che si arrabbiava per le mie letture frivole, e mi spronava a passare a Oliver Twist &C. (Spesso mi chiedo se li abbia mai letti, lui).
Qualche anno fa, mi sono trovata a rileggere La freccia nera, di Stevenson, e mi son chiesta come ho fatto a leggerlo alle medie - e ad appassionarmici così tanto - dato che lo trovavo ben difficile e pesante. L'isola del tesoro, invece,mi è piaciuta moltissimo: e tra un lavoro e l'altro dei miei autori preferiti, di tanto in tanto inserisco anche un famigerato "classico".
Ora è il turno di Moby Dick e so già che tra un po' mi sentirete imprecare come un marinaio, corpo di mille balene!

...Chiamatemi Ismaele...

1 responsi:

Francesca ha detto...

io l'ho mollato ad un certo punto... fammi sapere se tu riesci ad arrivare in fondo!!!

Posta un commento