10 marzo 2009

Watchmen - Il film

Ennesimo film tratto da un fumetto di super-eroi: col senno di poi, consiglio a chi non conosce il fumetto e che volesse vedere il film, di leggersi qualcosa in merito, tipo Wikipedia o altro - io all'inizio ero davvero confusa e perplessa.
Questi eroi, a differenza dei più noti Spiderman o X-Men, non hanno poteri straordinari, ma sono comuni cittadini (o poliziotti? non si capisce bene) che si mascherano per contrastare i malviventi mascherati a loro volta. A questo punto mi chiedo come il Comico abbia fatto a resistere, vivo, allo scontro di inizio film, con tanto di testa che fracassa un piano di marmo... L'unico ad essere un tipo anormale è Dottor Manatthan, che per un incidente di fisica nucleare si ritrova la capacità di comandare la materia e prevedere il futuro.
Le generazioni di Watchmen sono due: la prima un po' grezza e alla buona, la seconda più tecnologica, che però viene "pensionata" anzi-tempo in seguito a una legge non ben esplicata.
La vicenda, tra passato più o meno lontano, è comunque ambientata nei primi anni ottanta, con lo spettro di una guerra nucleare alle porte: dopo l'omicidio brutale del Comico, i Watchemn superstiti si trovano alle prese con una questione di coscienza, se continuare a vivere nell'anonimato o cercare di capire chi ci sia dietro all'omicidio.

Più filosofi che super-uomini, sono sicuramente gli eroi più scalcagnati della storia del cinema (dei fumetti non so, non conosco né questo né gli altri). La palma del mio preferito è contesa da Rorschach, l'uomo mascherato, che filosofeggia sulla società e sul mondo, e da Manhattan, l'uomo-quasi-dio, con lo sguardo perso tra gli eoni e l'universo.
La violenza non si risparmia, l'azione pure, l'umorismo c'è quanto basta: non regge il paragone con i contemporanei film-fumetto, e chi si aspetta uno spettacolo alla stregua di Ironman, Hulk, anche Batman volendo, resterà deluso. Questo è un film davvero particolare, riflessivo, cupo, talvolta semplicistico (ma con due ore e mezza all'attivo non avrebbero potuto aggingere altro): a me e ad Apollo è piaciuto molto, addirittura me lo riguarderei con tanto di carta e penna in mano per segnarmi le "perle" di Rorschach.

3 responsi:

Ale ha detto...

Dr. Manatthan, oltre a aver il poter di
- comandare la materia
- prevedere il futuro
- dell'ubiquità
- (complimenti per l'attrezzo!)
non è nemmeno più un essere umano dopo l'incidente! Tanto che lui non si sente più parte dell'umanità e non la riconosce più.

Aggiungerei anche un'ottima colonna sonora, in sintonia con i vari periodi storici descritti!
Rock puro!

Rorschach ha detto...

Non sono io ad essere rinchiuso con voi, siete voi ad essere rinchiusi con me!

Pythia ha detto...

Quale onore riceve un messaggio dal mio personaggio preferito! :D

(Immagino non mi rivelerai mai chi sta dietro la maschera... :-P )

Posta un commento