1 settembre 2009

Signorine Buonasera

Ieri sera, in attesa dell'ennesima replica di Montalbano, alternativa ad altri programmi altrettanto datati e rivisti, mi sono sorbita l'ennesima insulsa puntata di SuperVarietà: tra il vario ciarpame, ci sono state due chicche.
La prima, l'apparizione dei Take That al Festival di Sanremo del 1996, se la memoria non mi inganna: quattro pischelli che hanno sconvolto milioni di ragazzine e che col tempo ne hanno pure guadagnato - non c'è paragone, 10 anni in più hanno giovato a musica e fisico...bè, anche l'occhio vuole la sua parte!
La seconda, uno spezzone di un imprecisato programma che metteva a confronto le (aspiranti?) nuove signorine Buonasera con il gruppo delle ammiraglie di Mamma Rai: la Orsomando, la Elmi, la Gambineri, la Vaudetti e non ricordo chi altra. M'è venuta una nostalgia! Soprattutto se penso alle attuali annunciatrici, così scialbe e insipide: non bastano due occhioni color ghiaccio per fare un personaggio. Le trovo impersonali, quasi fastidiose nella loro dizione perfettina tutta z, quello sguardo fisso nella telecamera come a dire "sì, so tutto a memoria, guarda che roba!".
Le "vecchie" saranno anche state vetuste, simbolo di una tv che ormai è finita, ma almeno avevano un bel piglio: sicure, raffinate, delle gran Signore.
Se qualcuno proponesse un referendum per farle tornare, firmerei subito: soprattutto per far sparire l'ultimo acquisto, il grande scandalo: il signorino. Sì, W la parità dei sessi, ma a tutto c'è un limite...chiedere un po' di spessore, oltre al bel visino, sarebbe troppo?

3 responsi:

Francesca ha detto...

l'ho visto anch'io! ed ho pensato la stessa identica cosa. Sarà che ora tutti gli annunci sono registrati, mentre prima erano in diretta, ma sembrano tutti così finti e impersonali...

Ale ha detto...

Le signorine buonasera (seee, buonanotte!!!) impersonificano il messaggio che i media, sempre più fortemente, ci vogliono dare. E cioè di come dobbiamo essere: giovani (non vecchi), belli (non brutti), lisci (non rugosi e con le borse), magri (e non gonfi)...
Con quel falso sorriso di benvenuto che mette solamente un gran freddo addosso, non sono nemmeno belle da quanto sono secche fredde incomunicative! Hanno quel viso da automa inespressivo privo di qualsiasi messaggio.
E quel dito puntato sembra più una minaccia che un invito!
La Orsomando ti accoglieva in Rai aprendoti le porte della programmazione serale con quel suo calore di mamma/nonna.
Per fortuna non ho ancora visto il signorino.
Com'è? Petto nudo e farfallino e pettorali da Hulk (intendo grossi, non verdi!)

Chiara ha detto...

Il signorino mi manca!

Posta un commento