3 aprile 2008

Du iu spic inglisc?

Ho passato gli ultimi tre giorni a ripassare per l'esame di inglese di domani. Dato che sono mancata a due lezioni su cinque, dovrò fare, oltre al brano e al breve colloquio, anche una parte di grammatica, ma non mi spaventa troppo.
Stamattina, prima della lezione di Storia dell'Incisione, del Disegno e della Grafica in Età Moderna (è un solo corso, eh!), ho spiato il brano che un mio compagno ha preparato per l'orale: sembrava fatto con un traduttore on-line (very bastard inside, of course! +indiavolato+ ).
Non mi è mai capitato di essere così tranquilla alla vigilia di un esame: sarà che ho visto che il livello medio dei miei compagni non è da Oxford, e che in quanto a vocabolario e comprensione non ho da preoccuparmi. Quello che potrebbe fregarmi sono gli articoli e qualche svista di ortografia.
Riguardo la prova orale, ho avuto conferma che non me la cavo niente male. Ieri mattina, infatti, andando a lezione a San Basilio, ho incrociato due turisti che mi hanno chiesto - in inglese - da dove si sarebbero potuti imbarcare per la Grecia e dove potevano prendere il biglietto. Sono riuscita a dire, senza nessun tentennamento, che anch'io ero stata in Grecia col traghetto qualche anno fa, che però l'avevo preso da un'altra parte del porto, che i biglietti li avevo acquistati in agenzia e che non sapevo dove potessero prenderli o dove trovare informazioni, e che mi dispiaceva di non poter essere d'aiuto. 30 e lode! B-)

1 responsi:

Ale ha detto...

Tu 30 e Lode... ma a loro fregava poco... poveretti!!!!
SMACK
A.

PS: proprio in Grecia?

Posta un commento