30 dicembre 2009

Tiriamo le somme - 2

Nei giorni scorsi la mia amica Nuvoletta rifletteva sul numero di libri letti durante il 2009: incuriosita, sono andata a sbirciare le mie statistiche personali su aNobii e il risultato mi ha lasciata a bocca aperta.
Ho letto 115 libri, per un totale di 40155 pagine - e l'anno non è ancora finito, ho un libro sul comodino in lettura...

Cosa butto:

  • La Cornwell: purtroppo è legata a un periodo cupo, e i suoi romanzi non mi hanno certo risollevato l'umore. Non è malaccio, ma ha un difetto enorme: in ogni romanzo la povera Kay Scarpetta è vittima di qualcuno che ce l'ha con lei/vuole ucciderla/vuole fregarla. Che noia.
  • L'uomo che voleva essere felice: praticamente un copia-incolla da Vivere amare capirsi del mitico Leo Buscaglia. Un insulto.
  • I corpi lasciati indietro: Deaver questa volta ha cannato di brutto, soldi buttati.
  • La Meyer: il fenomeno Twilight mi ha davvero rotto le scatole.
Cosa tengo:
  • Settimo anno (Chissà se stanno ancora insieme): terzo episodio della serie "Chissà se...", romanzi a quattro mani scritti da due amici che nel frattempo son diventati marito e moglie. Più triste dei precedenti, ma anche vero e toccante.
  • La lettrice bugiarda: una sorpresa, letto e riletto. Quando la verità non è una sola, e la realtà non è quel che sembra.
  • La Vargas: vecchia conoscenza, non passa anno senza una rilettura completa. Adesso che il mio porcellino-salvadanaio si è un po' rimpinzato di mance natalizie, magari aggiungerò qualche volume ancora mancante alla collezione - la zia sarà stufa di sentirseli chiedere in prestito...
  • La contessa segreta: romanzo per adolescenti che per una volta non parla di vampiri e creature strane. Divertente e spassoso, ma non mancano le lacrime: per chi ha un cuore romantico.
  • Lasciami entrare: non perché parli di vampiri, ma per la storia di profonda amicizia che scorre lungo tutto il romanzo.
  • La trilogia di Millennium: senza parole.
  • Charlaine Harris: depennata dalla lista dei desideri virtuale, per fortuna è rimasta in quella cartacea, nel mezzo di titoli che presi uno per uno non mi dicevano molto, e fu così che me la sono ritrovata tra le mani, e l'ho apprezzata davvero.
  • Via col vento: un grande classico che avrei rischiato di non leggere mai, per i soliti pregiudizi sui classici.
  • Ragazze lupo: uno dei romanzi più allucinanti e divertenti che abbia mai letto. O Millar è un genio, o il suo pusher ha roba davvero buona. Propendo per la prima alternativa, anche se visti i contenuti anche la seconda non sembra così improbabile.
  • Sarah Kate Lynch, una scoperta inaspettata: romanzi che trattano con delicatezza momenti dolorosi di donne speciali, con un pizzico di magia.
  • La voce degli angeli, meraviglioso.
  • Orgoglio e pregiudizio e zombie: finalmente una Austen che si fa leggere!
  • Lunaris: è diventato la mia ossessione per un pezzo, con somma gioia di Apollo :-P

3 responsi:

Daniela ha detto...

Wow! E io che credevo di aver letto abbastanza... le mie 10.000 pagine sono nulla in confronto. Ora casco dal sonno ma devo proprio andare a curiosare nella tua libreria.

Daniela (una delle 29 fornitrici di quadrati per la tua coperta)

Lycas ha detto...

Caspita, complimenti davvero. Anche io sono un lettore accanito, ma mi hai decisamente battuto. Buon inizio.


PS: Mi hai tenuto per l'anno nuovo, che bello ^^

Chiara ha detto...

ma non ho parole!!
115 libri sono tantissimi!!!
che scarsa che sono stata io!

Posta un commento